Meteo

Click for George Town, cayman Forecast
  • A George Town sono le:
  • del giorno:
line

Visualizzazione ingrandita della mappa
line

Sei in: I paesi tropicali --> Cayman
line

Cayman


Al mattino presto in piscina per seguire l'ultima lezione del corso PADI e poi finalmente sul reef, dove si spalancano le porte del magico mondo sommerso. Esiste forse un posto migliore delle Cayman per fare il primo respiro sott'acqua?

Cayman: Turtle Release @ Divetech © Cayman Islands Department of Tourism - Jay Easterbrook Con oltre 250 punti di immersione codificati, adatti ai principianti quanto ai sub più esperti, le isole Cayman sono considerate una delle prime mete diving del pianeta. Innanzi tutto per l'eccezionale trasparenza delle acque, che regala una visibilità media di trenta metri; per gli impressionanti strapiombi che precipitano nell'abisso; per l'abbondanza di pesce di passo, di spugne, gorgonie e di coralli; non ultimo, per le ottime condizioni climatiche.

Cayman: Brac Reef Beach Resort © Cayman Islands Department of Tourism - Mark Narsanski Queste doti naturali si devono in gran parte alla morfologia delle Cayman. Le tre isole che compongono l'arcipelago, Grand Cayman, Cayman Brac e Little Cayman, benché in apparenza piatte e sabbiose, sono le cime emerse di una dorsale sottomarina, affacciata su una fossa oceanica che sfiora gli 8.000 metri di profondità. Il fondale basso e sabbioso s'interrompe bruscamente oltre il reef con un salto nel blu lungo spettacolari pareti incrostate di vita marina.
L'assenza di fiumi, e quindi di sedimenti trasportati in mare, spiega la limpidezza delle acque. Il resto lo fa una attenta politica di conservazione. Già dai primi anni ottanta, infatti, ampie zone di mare sono state protette e oggi un terzo delle acque intorno a Gran Cayman è parco marino.
A tutto ciò si aggiungono servizi d'eccellenza e un'organizzazione turistica ben collaudata, che risale addirittura a mezzo secolo fa. Allora a Grand Cayman c'erano solo un paio di hotel ma già esisteva un centro diving, il primo a nascere nei Caraibi grazie all'idea di un giovane visionario, Bob Soto, considerato oggi il padre della subacquea ricreativa.

Cayman: Blue Iguana at the QE II Botanic Park © Cayman Islands Department of Tourism - Gail Alderson A tanta ricchezza di vita sottomarina non corrisponde una vegetazione altrettanto esuberante sulla terraferma. La foresta tropicale secca, che un tempo ricopriva l'entroterra di queste isole, si è ridotta notevolmente a Grand Cayman, l'isola più sviluppata delle tre; tuttavia a Little Cayman, che ha una popolazione di meno di un centinaio di residenti, l'impatto umano è stato minore e parte dell'isola è ancora dominata dalla vegetazione originaria.
Su questa piccola striscia di terra, almeno per ora lontana anni luce dal paradiso delle vacanze standardizzate, sopravvivono circa duemila esemplari di iguane delle rocce, una delle tre sottospecie di iguane endemiche delle Cayman. E' incerto invece il futuro dell'iguana blu di Grand Cayman, un magnifico lucertolone crestato che arriva a sfiorare un metro e mezzo e che una decina di anni fa si considerava praticamente estinto; comunque il numero di esemplari di iguana blu sta costantemente aumentando nel corso degli ultimi anni, grazie ad un programma di recupero che prevede l'allevamento in cattività dei rettili per i primi due anni e poi il loro rilascio in natura nella Salina Reserve,

Cayman: Green Turtle at Cobalt Coast © Cayman Islands Department of Tourism - Jay Easterbrook Quanto alla tartaruga verde, simbolo delle Cayman, rappresentata sulla bandiera nazionale oltre che sulle banconote delle isole, aveva lasciato queste acque cento e passa anni fa. E' molto più facile nuotare con i paciosi rettili marini alla Cayman Turtle Farm, un controverso allevamento commerciale di tartarughe diventato oggi una delle principali attrazioni turistiche di Grand Cayman, che sperare in qualche fortuito incontro in mare.
Per diversi secoli le tartarughe verdi hanno rappresentato una preziosa fonte di carne fresca per i marinai di passaggio e per i molti pirati che qui trovavano rifugio. Erano talmente abbondanti che la caccia alla tartaruga è stata una delle principali attività dei cayamaniani, i quali tuttavia si dedicavano con altrettanta passione alla pesca e alle costruzioni navali. Oggi, al posto dei vecchi mestieri, sono il turismo e la finanza i cardini su cui si basa la florida economia di queste isole.

Alle Cayman ci sono più società registrate che abitanti, grazie all'assenza di tasse e alla riservatezza dei bilanci. Queste piccole isole al centro del mar dei Caraibi, considerate la capitale dell'impero degli hedge fund, possiedono il quinto più grande sistema bancario del mondo, con un volume di depositi finanziari da capogiro. Ma siccome per fare affari alle Cayman non è necessario andarci di persona, è più facile incontrare turisti in T-shirt e pantaloncini corti piuttosto che businessmen con la ventiquattrore.

Ufficialmente territorio d'oltremare del Regno Unito, un modo come un altro per non chiamarle colonie, le Cayman hanno poco in comune con le altre isole caraibiche anglofone. Qui si respira aria nordamericana, Miami è a settecento chilometri, praticamente dietro l'angolo.

Si ringrazia Cayman Islands Department of Tourism per le fotografie

continua a leggere: Perché andare - cosa puoi fare e cosa puoi vedere

     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.



line line line
  • Paesi

line