Meteo

Click for Singapore, singapore Forecast
  • A Singapore sono le:
  • del giorno:
line

Visualizzazione ingrandita della mappa
line

Sei in: I paesi tropicali --> Singapore
line

Singapore


Correva l'anno 1915 quando Ngiam Tong Boon, barman del Raffles Hotel, serviva per la prima volta il suo Singapore Sling, un delizioso cocktail a base di gin, Heering Cherry, Bénédictine e soda. Da allora la ricetta originale è cambiata, il drink si beve in tutto il mondo ed è puntualmente offerto su tutte le classi di viaggio della Singapore Airlines.
Ma sorseggiarlo al bar del Raffles, dove un tempo transitavano scrittori e grandi viaggiatori del calibro di Kypling, Sommerset Maugham e Michener è come ritrovare le tracce dell'antica Singapore e rivivere il romanticismo di una leggenda d'oriente.

L'hotel, uno storico edificio coloniale perfettamente restaurato, è un simbolo di raffinatezza d'altri tempi, sopravvissuto con orgoglio tra i grattacieli scintillanti della modernissima ed efficientissima Manhattan asiatica. E non a caso porta il nome del fondatore di Singapore, Thomas Raffles.
Mitico personaggio, nato e cresciuto su uno dei tanti vascelli della Compagnie delle Indie, Raffles acquistò l'isola di Singapore dal sultano dello Johore, strappandola agli inizi dell'ottocento agli olandesi, che avevano il predominio dei territori e dei commerci dell'area.
Più che un soldato o un mercante era un visionario, non credeva nei monopoli e riuscì a prevedere che quell'isola malsana, coperta da mangrovie e foreste, sarebbe diventata uno dei più grandi porti mondiali basati sul libero commercio. E così fu.

Singapore ha compiuto una metamorfosi completa, tale da rendersi irriconoscibile agli occhi dello stesso Raffles: da selvaggia isola tropicale si è trasformata in un mondo di vetro e cemento dall'aria perennemente annebbiata e con un porto in cui vanno a vengono più navi che nello stretto di Panama.

Lo sfasamento è immediatamente percepibile e lascia nel visitatore una strana impressione di lindore asettico, quasi artificiale. Le strade sono tutte pulite e ordinate, popolate da un andirivieni di persone ben vestite e ben educate; le insegne splendono nelle vetrine dei negozi di lusso e sulle pareti a specchio dei grattacieli, dove professionisti dell'alta finanza e uomini d'affari commerciano con il mondo intero.
Tutto funziona meglio che in Svizzera, con precisione e puntualità, e l'ordine regna sotto il rigido controllo del governo. I divieti sono molti e per chi non li rispetta sono previste ammende salate; di fatto, la rigida e capillare rete di controlli fa sì che nessuno ci provi.

La pressione del governo non si fa sentire soltanto sull'ordine pubblico. Nella città stato si respira infatti un clima restrittivo, che soffoca libertà d'espressione e diritti civili: l'omosessualità non è stata ancora depenalizzata, i criminali comuni sono condannati alla fustigazione e Singapore, dove vige la pena di morte per impiccagione, rimane uno dei paesi con il più alto tasso di esecuzioni capitali.
Democrazia e totalitarismo sono stati da sempre la formula che ha accompagnato la crescita di Singapore, dai tempi dei commerci marittimi, quando la sua unica forza stava nella collocazione geografica, fino ad oggi, città diventata un modello di globalizzazione economica che molti paesi asiatici tentano di uguagliare.

L'immagine di Singapore è di una nazione vincente, con il più alto reddito pro-capite al mondo. E perciò apparentemente felice, forse perché guadagnare rende felici, nonostante l'evidente distacco dalle origini e dal proprio contesto nativo. Una città multietnica e multirazziale, in cui le differenze convivono ma dove ognuno sa stare al suo posto e tutti sono proiettati verso il futuro.
Sulle acque ferme e nere del Singapore River, la statua di Sir Thomas Raffles, eretta nel luogo esatto del suo sbarco, ne testimonia il mitico passato.

continua a leggere: Perché andare - cosa puoi fare e cosa puoi vedere

     


Hai un sito o un blog? PaesiTropicali.com ti è piaciuto? allora regalaci un Link
Con il tuo aiuto il nostro portale diventerà sempre più utile e interessante. Grazie.



line line line
  • Paesi

line